VENT'ANNI

Ricordo benissimo l'emozione. Avevo vent'anni. Vent'anni fa. Per la prima volta stavo aspettando l'uscita di un disco. Per la prima volta, intendo, sapevo che sarebbe uscito e sapevo che, non appena fosse uscito, sarei stato là a comprarlo. "Là" è Stradivarius, glorioso negozio milanese di dischi, in zona piazzale Loreto, mio personale spacciatore di vinili e, poi, di cd. Allora non si trovava ancora nella sede di corso Buenos Aires, bensì a poche decine di metri di distanza, in via Stradivari, donde il nome.

Ricordo anche l'indescrivibile friccico del primo ascolto, lo scricchiolìo del vinile, Where the Streets Have No Name, bella sparata, poi I Still Haven't Found e With or Without You che, devo confessare, lì per lì non mi convinse del tutto. Ricordo la discussione con l'amico Paolo, al pomeriggio, giocando a basket sul playground. Lui sosteneva che era bellissima. Aveva ragione.

Ricordo che erano i tempi in cui gli U2 mi piacevano perché sembravano unire forma e contenuto: la musica giusta per la generazione alla quale appartenevo e le parole giuste che, da giovane idealista cristiano, sentivo dovessero essere il correlativo oggettivo della percezione estetica del reale. Il bello, il vero, il bene. Già leggevo Von Balthasar:

"La bellezza è l’ultima parola che l’intelletto pensante può osare di pronunciare, perché essa non fa altro che incoronare, quale aureola di splendore inafferrabile, il duplice astro del vero e del bene e il loro indissolubile rapporto."

Ricordo che poi, pian piano, mi piacquero sempre di meno. Qualche lampo ogni tanto, qualche canzone che ricordava quelle dei primi quattro album, ma mentre tutti li scoprivano e li facevano diventare la più grande rock band degli anni '90 io me ne allontanavo e transitavo ad altre cure, pur conservando di loro e di quell'amore viscerale una memoria piacevole.

Ricordo che quel giorno, là davanti a Stradivarius ancora chiuso, era il 9 marzo 1987.

Grazie a Brain , delle Rane , che mi ha fatto ricordare tutto.

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...