È PRIMAVERA, CICLISTA CALMO

Dopo la neve di ieri oggi splende il sole. Come da tradizione, ho festeggiato l'equinozio con un'uscita in bici, complice il giorno libero. E ho prodotto un pensiero profondo: se non ci fosse l'oblio indotto dal trascorrere di un anno di tempo tra un inizio di stagione e il successivo, avrei smesso di praticare il ciclismo calmo praticamente subito. No, perché in salita si ansima, in discesa fa freddo, in pianura fa insopportabilmente male il culo.

Poi, agli inizi di aprile, passa. 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...