I CATTOLICI E L'AGORÀ

"Ferrara, proponendo nello spazio pubblico grandi tesi, razionali e cattoliche, teoriche e pratico-politiche, non ha solo aperto una querelle; ha fatto e fa politica nella sua forma fontale, quella che mette in gioco idee e idealità con l’effetto di disegnare spazi di azione. Nell’agorà qualcuno ha posto in agenda, quindi ci ha obbligato a ponderare, quanto conformi al bonum comune siano le leggi e l’ethos (nulla è privato sui terreni antropologici) su vita e morte del nascituro; e a decidere di conseguenza. Antropologia, dunque, ed etica pubblica e istituti: niente che non sia al cuore della polis.

Se questo qualcuno non è chi avrebbe dovuto essere, se cioè la cultura politica cattolica è stata e resta assente (assente la cultura politica, non la passione e l’intelligenza dei movimenti per la vita), questo è responsabilità cattolica."

Pietro De Marco interviene sulle ragioni del fastidio provocato in casa cattolica e non solo dalla campagna pro-life di Giuliano Ferrara. Via Sandro Magister.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...