COME SIAMO ARRIVATI A CIÒ

"io non so che cosa ci sia scritto sui tuoi libri di giurisprudenza. Non so che cosa studiassi sui testi delle superiori, delle medie, sul sussidiario delle elementari: forse che il linciaggio non è pure quello un reato, forse che è lecito farsi giustizia da soli, che le pene non deve stabilirle un processo. Anch'io vorrei sapere una cosa, anch’io vorrei sapere «come siamo arrivati a ciò»: a che sia permesso, a una ragazza priva di concetti basici come pure di vocali e consonanti, la presenza in una pubblica facoltà di giurisprudenza. Questo per cominciare. Solo per cominciare."

Filippo Facci su "Il Giornale" di oggi, in risposta a un messaggio ricevuto su Facebook.

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...