DE CONSOLATIONE PHILOSOPHIAE

“Certo l’autorità è connessa al fatto di poter comandare e di trovare ascolto. Ma questo consegue soltanto dall’autorità in quanto è posseduta da un singolo. Anche l’anonima e impersonale autorità del superiore, che deriva dall’ordine complessivo in cui si inserisce il comando, non sorge da questo ordine, ma piuttosto lo rende essa stessa possibile. Il suo vero fondamento è anche qui un atto della libertà e della ragione, la quale attribuisce fondamentalmente al superiore, in quanto ha una visione più vasta o è più esperto, una autorità; quindi anche qui in base al fatto che riconosce questo come partito migliore.
In tal modo il riconoscimento dell’autorità è sempre connesso all’idea che ciò che l’autorità dice non ha il carattere dell’arbitrio irrazionale, ma può essere in linea di principio compreso. L’essenza dell’autorità che rivendica l’educatore, il superiore, lo specialista, consiste proprio in questo. I pregiudizi che essi coltivano negli altri sono legittimati dalla loro personalità. La loro validità implica una prevenzione a favore della persona che li sostiene. Ma appunto così essi diventano pregiudizi oggettivi, in quanto producono la stessa prevenzione a favore di qualcosa che potrebbe anche farsi valere in altro modo, per esempio in base a motivi che la ragione riconosce come validi.”

 

H.G. GADAMER, Verità e metodo
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...