Zio Ruggero

Che vuoi dire di “The Wall” e di Roger Waters che non sia già stato detto infinite volte negli ultimi trent’anni? Niente, se non che “The Wall” resta ancora uno spettacolo pazzesco per come è stato concepito e per come viene eseguito: la cosa più vicina all’opera d’arte totale di wagneriana memoria (ecco, Wagner è l’unico paragone che regge nella storia culturale dell’Occidente, mi sa).

Poi, ancora: Roger Waters ha un carisma pazzesco (e vabbe’, capirai che scoperta, però detto da un gilmouriano vale doppio) e soprattutto che gli regge ancora la pompa alla grande. Soprattutto la voce. Già, perché uno risente i dischi che ha già sentito mille volte e Waters è quello che graffia, che uncina, che stride. Bellissimo, per carità, ma non ti aspetti che sia un fenomeno del canto in sé e per sé. E invece. L’interpretazione, proprio. L’estensione, proprio. La potenza, proprio.

E poi la gente. Un pubblico caldissimo. Gente che a zio Ruggero gli vuole bene e si vede e ci tiene a farglielo sapere.

Infine: fatta tutta la tara del peso della memoria dell’inizio dell’adolescenza, non mi era mai capitato di scoppiare a piangere a un concerto rock. E non una volta: almeno tre o quattro. Di sicuro, quasi ininterrottamente, su tutta la sequenza Nobody Home-Vera-Bring the Boys Back Home. Quella qui sotto. (La retorica, certo, e le immagini dei bambini che riabbracciano i propri padri di ritorno dalla guerra aiutano, certo, ma anche chi se ne frega).

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Zio Ruggero

  1. ebbre ha detto:

    grandissimo, anch’io mi sono commosso, anche se era il 5 aprile😉
    la prima volta a verona nel 2006, lacrimoni subito all’inizio, con In the flesh

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...