Duos colionos albos in campo rubeo de supra et unum colionum rubeum in campo albo infra ipsum campum rubeum

Le 10 cose che, dopo quattro ore di lezioni preparatorie in classe e 10 ore di uscita didattica nella bergamasca sulle tracce dell’immaginario collettivo tardomedioevale sulla morte e della figura di Bartolomeo Colleoni, puoi ragionevolmente sperare siano rimaste in testa ai 41 adolescenti a te affidati:

  1. I Disciplini si frustavano.
  2. Non si sa veramentebbbène quale sia l’origine del termine “macabro”.
  3. Huizinga si pronuncia – tipo – ausincha.
  4. Bergamo si divide in alta e bassa.
  5. Il Colleoni aveva un contratto annuale come Capitano Generale delle armi veneziane pari a quello di un calciatore professionista di buon livello, diciamo un Boateng. Ibra guadagna più o meno quattro volte tanto.
  6. L’arma araldica del Colleoni.
  7. Il Colleoni, nel suo castello, aveva un cesso di foggia moderna. Gli altri pisciavano e cagavano nei secchi e poi buttavano tutto nel fossato.
  8. La diceria sulla conformazione dei genitali del Colleoni.
  9. I soldati del Colleoni si gettavano in battaglia al grido di “Coglioni!”
  10. L’ho già detta quella cosa dei genitali del Colleoni?
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Duos colionos albos in campo rubeo de supra et unum colionum rubeum in campo albo infra ipsum campum rubeum

  1. Sebastiano ha detto:

    Quanto ci sottovaluta Prof, si ricorda anche il ristorantino che faceva la polenta…

  2. Ciao Seba! Come stai? Che fai?

    • Sebastiano ha detto:

      Volevo proprio scriverle una mail, ma non ho trovato un indirizzo…così quale miglior incipit che non il buon Colleoni. Al momento (proprio ora mentre scrivo), sono in quel di Genova dove studio filosofia e, quando non c’è vento, guardo le barche che passano al porto. E lei?

  3. paolalovisolo ha detto:

    così si impara la storia
    una cosa all’ ora 10/10
    comunque interessante il faceto e il serio
    non conoscendo l’ ultimo gradito il primo.
    un saluto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...